<< Previous Next >>

Melitaea nevadensis


Melitaea nevadensis
Photo Information
Copyright: Silvio Sorcini (Silvio2006) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6690 W: 90 N: 16812] (102073)
Genre: Animals
Medium: Black & White
Date Taken: 2018-07-19
Categories: Insects
Exposure: f/10.0, 1/500 seconds
More Photo Info: [view]
Photo Version: Original Version
Date Submitted: 2018-08-05 12:20
Viewed: 322
Points: 10
[Note Guidelines] Photographer's Note
Melitaea nevadensis

Oberthür, 1904

Nome Volgare:

Famiglia: Nymphalidae

Sottofamiglia: Satyrinae

Tribù: Melitaeini

Lunghezza ala anteriore mm. 16-22

Descrizione: specie mesofila. Specie polifaga. Le larve si sviluppano su diverse piante appartenti alle famiglie Plantaginaceae e Scrophulariaceae. È noto da tempo che Melitaea athalia e M. nevadensis (spesso indicata come M. celadussa) sono taxa separati. Il sequenziamento del DNA effettuato da Leneveu et al. (2009) dimostra che M. nevadensis non è in realtà specie sorella di M. athalia. Quest'ultima infatti risulta più vicina ad alcune specie asiatiche come M. ambigua.

Maschio: colore arancio con disegni nervulari e trasversali neri di ampiezza variabile che delimitano degli spazi del colore di fondo. Lo spazio semilunare presente nella fascia marginale delle ali anteriori, tra la terza nervatura mediana e la prima cubitale, è decisamente sporgente verso la base dell’ala rispetto agli altri. Velatura basale nera.

Femmina: simile al maschio ma generalmente più grande

Rovescio: ali anteriori di colore arancio con apice e bordo giallognoli e disegno maculare nero ridotto. Posteriori arancio con fasce basale e postdiscale divise dalle nervature in diversi spazi ovali bianco giallognoli. Lunule submarginali dello stesso colore.

Distribuzione: specie diffusa in tutta l'Italia continentale ad eccezione del Nord-Est, dove è sostituita da M. athalia. Ibrida con quest'ultima lungo una fascia che si estende dalla Francia attraverso la Svizzera in direzione di Venezia.

Habitat: prati e radure del piano basale e montano, sino a circa 1800 metri s.l.m.

Generazioni annuali: una sola con sfarfallamento in giugno-luglio. Una seconda con chiusura in agosto-settembre in alcune zone dell’Italia settentrionale.

Piante nutrici: Plantago; Anthirrhinum, Veronica, Linaria, Melampyrum.

pierrefonds has marked this note useful
Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
None
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

  • Great 
  • lousat Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6595 W: 89 N: 15659] (65489)
  • [2018-08-05 13:19]

Ciao Silvio,POV da urlo che come sai a me piace moltissimo,e dettagli perfetti ovunque,sia sulla farfalla che sul filo d'erba,una grande cattura di questa specie che ovviamente mi manca...ma prima o poi andro' in pensione anche io ed avro' piu' tempo...ehehe....buonanotte! Luciano

  • Great 
  • mamcg Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 333 W: 13 N: 91] (9843)
  • [2018-08-05 21:53]

It is a unique, firsts I thought there it is beneath that stick but the close up declares that it is from another angle that rarely seen, beautiful click.

Hi Silvio
A great one from the opposite to usual and a spectacular butterfly.
cheers
Ian

Hi Silvio,

The stem is helping to frame the insect. The point of view is showing the detaiols of the Melitaea nevadensis butterfly. The light is enhyancing the beauty of the colors. Have a nice day.

Pierre

Hi Silvio,
Very interesting underside photo with excellent lights. But please be careful with the dust spots on the lens as there are many detectable here, spoiling the "wow effect" a bit.
Kind regards from Ireland, László

Calibration Check
















0123456789ABCDEF