<< Previous Next >>

Panorama dal Monte Cimino


Panorama dal Monte Cimino
Photo Information
Copyright: Luca Bellincioni (lucabellincioni) Silver Note Writer [C: 4 W: 0 N: 29] (215)
Genre: Landscapes
Medium: Color
Date Taken: 2006-03-12
Categories: Mountain
Exposure: f/4, 1/800 seconds
More Photo Info: [view]
Photo Version: Original Version
Date Submitted: 2007-11-07 0:26
Viewed: 3164
Points: 2
[Note Guidelines] Photographer's Note
I MONTI CIMINI:
Il complesso vulcanico dei Monti Cimini forma uno dei paesaggi più rappresentativi del Lazio. Tra i dolci e boscosi pendii culminanti nei 1050 mt del Monte Cimino riposa da migliaia di anni il Lago di Vico, uno degli ecosistemi lacustri più pregevoli ed integri della Penisola, in virtù della scarsissima antropizzazione subita: di particolare interesse scientifico risulta qui la faggeta del Monte Venere, definita “depressa” poiché sviluppatasi sotto la quota minima (800 mt) solitamente occupata da questa specie arborea, e dove si aprono diverse cavità sotterranee, come il suggestivo Pozzo del Diavolo. Sul Cimino, invece, sono sorprendenti il cosiddetto “Sasso Naticarello”, un grosso masso di trachite oscillante di 250 tonnellate, conosciuto e descritto fin dai tempi dei romani, e la magnifica faggeta secolare che ammanta la vetta.
Qui la tutela è stata limitata soltanto ad alcune porzioni del territorio: se il lago di Vico è protetto parzialmente da una Riserva Naturale, e la faggeta del Cimino è stata riconosciuta come Monumento Naturale, tutto il resto del gruppo collinare, che ospita borghi e cittadine di grande interesse artistico e paesaggistico (e che è attualmente oggetto di un massiccio sviluppo edilizio che rischia di sconvolgerne la qualità ambientale e paesaggistica), è infatti rimasto escluso da interventi di questo tipo.
Nondimeno, anche ampie porzioni delle campagne situate tra i Cimini e la Valle del Tevere andrebbero protette (è il caso almeno della Selva di Malano e della zona di Vitorchiano), come è stato fatto ad esempio a Bomarzo con l’istituzione della Riserva di Monte Casoli (sebbene in verità gestita in maniera ancora abbastanza velleitaria). L’intensa e crescente frequentazione domenicale della zona potrebbe essere un segno importante nei confronti delle amministrazioni locali e regionali.

(tratto da Luca Bellincioni, "Aree di particolare pregio naturalistico e paesaggistico nel Lazio ancora da tutelare", www.patrimoniosos.it, 2006)

LB


Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
None
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

Ciao Luca! Very minimalistic landscape. Very original composition. Good shot. Best regard!

Calibration Check
















0123456789ABCDEF