<< Previous Next >>

Athene noctua


Athene noctua
Photo Information
Copyright: Maurizio Dalla Via (maurydv) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3099 W: 115 N: 9490] (36428)
Genre: Animals
Medium: Color
Date Taken: 2010-06-29
Categories: Birds
Camera: Nikon D200, Nikkor 300mm AF-S f/4 + TC - 1,7x, Digital ISO 400
Exposure: f/6.7, 1/125 seconds
Photo Version: Original Version
Date Submitted: 2010-07-23 3:50
Viewed: 3490
Points: 48
[Note Guidelines] Photographer's Note
Athene noctua (Scopoli, 1769)
Little Owl (inglese)
Chevêche d'Athéna ou Chouette chevêche (francese)


Ordine: Strigiformes
Famiglia: Strigidae
Sottofamiglia Surniinae
Genere: Athene

Athene noctua

La civetta è un piccolo rapace notturno appartenente alla Famiglia degli Strigidi e all'Ordine degli Strigiformi. E' lungo 25-27 cm, con un'apertura alare di circa 50 cm e un peso di 150-200 grammi. La civetta presenta un corpo tozzo, ricoperto di piume di colore bruno-grigiastro-castano. In genere il petto ed in ventre sono chiari con striature brunastre. Il sottocoda è biancastro.
I giovani si distinguono facilmente dagli adulti, oltre che per il piumaggio di colore molto più uniforme, anche per le piume sulla fronte, che sono poco sviluppate e corte, come dei "capelli a spazzola", cosa che conferisce alla testa una forma quasi rettangolare, mentre negli adulti le piume sono uniformemente sviluppate conferendo alla testa un aspetto molto più rotondeggiante.
La testa è larga e piatta e sono assenti i ciuffi auricolari presenti nel gufo reale, così come è poco evidente il disco facciale tipico dei rapaci notturni, con occhi posti anteriormente, cerchiati di nero, grandi e con l'iride gialla e le pupille nere. Il becco è di colore giallo - grigiastro - verde oliva, robusto e ricurvo.
Le ali sono brevi ed arrotondate e le permettono di volare rapidamente, ma solo in linea retta .
I tarsi della civetta sono rivestiti di penne di colore biancastro con dita nude provviste di artigli di colore scuro e ricurvi e posizionate due davanti e due dietro, come nei Picidi (nei rapaci diurni, ad esempio nell'aquila, si ritrovano un dito davanti e tre dita dietro) e una delle dita posteriori si può muovere in avanti in caso di necessità ad esempio per afferrare meglio una preda
La civetta non presenta dimorfismo sessuale anche se la femmina è leggermente più grande del maschio.

Il suo nome binomiale scientifico si riferisce simbolicamente alla Occhi della Dea, infatti Glaukõpis, “sguardo da civetta”, era il nome greco per la dea Atena, composto da glaùks, civetta e opé, sguardo. Proprio lo sguardo “pensoso” suggerisce l’immagine della civetta come emblema della meditazione; il suo scrutare attraverso le tenebre, la pone come simbolo della sapienza; accovacciata sui spigoli delle case, sulle punte dei rami degli alberi è vista come il sorvegliante della soglia.
In Grecia è rappresentata nella moneta da 1 euro. Non deve stupire che una terra come la Grecia con una cultura millenaria abbia scelto di imprimere nella moneta sicuramente più usata, questo animale.

E' diffusa in tutte le zone a clima caldo temperato dell'Europa, dell'Asia e del Nord Africa. È stata introdotta con successo anche in Gran Bretagna e nella lontana Nuova Zelanda.
In Italia la civetta è il rapace notturno più diffuso (compreso in molte isole minori) con una capacità di diffusione e nidificazione sorprendentemente elevata rispetto ad altri paesi europei. Non è diffusa nelle zone alpine infatti in genere il suo aerale va dal livello del mare fino a 600 m di altitudine (salvo qualche rara eccezione).

La civetta è una specie sedentaria e come abbiamo visto si trova perfettamente a suo agio sia negli ambienti rurali che in quelli urbani. E' un uccello crepuscolare e notturno e durante le ore di buio caccia, difende il suo territorio, corteggiare il partner, insomma svolge tutte le attività che normalmente sono svolte di giorno
Oggi viene definita un animale sinantropico in quanto vive nello stesso ambiente occupato dall'uomo colonizzando molte aree cittadine dove ha trovato cibo e luoghi idonei per la riproduzione.
L'habitat originale della civetta erano le zone desertiche sabbiose e rocciose, le steppe e le falesie. La civilizzazione ha ridotto sensibilmente queste zone facendo si che questi spazi divenissero sempre più rari. Nonostante ciò si è saputa adattare ed ha colonizzato quelli che sono definiti ambienti secondari, vale a dire quei luoghi o quegli ecosistemi forgiati dall'uomo quali ad esempio le nicchie negli edifici sia urbani che rurali, i ruderi, le intercapedini dei capannoni industriali, ecc. cosa che non accade ad esempio in Medio Oriente dove la civetta continua a nidificare negli ambienti primari, non contaminati dall'uomo quali il terreno in luoghi pietrosi, suo habitat ideale come succede ancora in alcune zone della Francia, della Spagna, del Portogallo e della Grecia e in alcune zone d'Italia (in Sardegna, in alcune aree del Lazio, in Basilicata, Puglia e Sicilia) dove nidifica ancora per terra tra ammassi di pietre.

La civetta è una specie molto vocifera che emette una serie di suoni molto diversificati variabili da individuo ad individuo e da situazione a situazione. Ad esempio il canto tipico, stridulo e squillante ripetuto e regolare è emesso per evidenziare la territorialità di un individuo; un suono squillante e molto nervoso è un suono di pericolo. I giovani alle volte emettono dei suoni simili a miagolii durante la notte.
L'emissioni di suoni è massima durante il periodo riproduttivo. In molti paesi questo piccolo uccello è stato per lungo tempo considerato simbolo di sfortuna, forse a causa del canto notturno.

L'apparato uditivo è molto sviluppato e conformato per la caccia infatti la civetta, come tutti gli appartenenti alla famiglia degli Strigidae, non possiede padiglioni auricolari esterni ma ha le cavità auricolari sistemate in maniera asimmetrica e molto grandi che fanno si che i suoni siano percepiti in momenti leggermente differiti l’uno rispetto all’altra e questo favorisce la valutazione degli spostamenti delle prede anche al buio, favorendo quindi la localizzazione della preda.

La vista nella civetta è molto acuta di notte (anche se inferiore a quella del gatto). Il loro campo visivo è di 110° con una visione binoculare alla quale rimediano ruotando la testa fino a 270°. Da sottolineare che la civetta sulla parte posteriore del capo sembra avere un altro paio di occhi.
Ha una vista molto acuta sia di giorno che di notte e questo grazie agli occhi grandi che presentano cornea e cristallino molto sviluppati ed in grado di raccogliere e concentrare tutta la luce possibile, proiettando quindi nella retina una immagine molto luminosa. Oltre ciò presentano una retina completamente dilatata di notte; una retina con più bastoncelli che coni (che sono stimolati anche da basse intensità luminose ma con lo svantaggio di distinguere poco i colori ed i particolari delle immagini).

La civetta in genere tende dei veri e propri agguati alle sue prede che cattura a terra dopo un piccolo volo.
La sua dieta è costituita da vertebrati, quali mammiferi, uccelli e rettili ma la parte più considerevole della sua dieta è costituita da invertebrati soprattutto insetti quali coleotteri ed ortotteri (cavallette).
Le prede sono catturate a terra e preferisce cacciare nei luoghi aperti piuttosto che nelle fitte foreste. E' un uccello molto utile all'agricoltura in quanto si nutre di piccoli mammiferi (soprattutto roditori) e insetti, contenendo quindi il numero di questi animali potenzialmente dannosi.
Per lo studio delle sue abitudini alimentari gli ornitologi si aiutano studiando delle palline (borre) che sono rigurgitate dalla civetta e che contengono piume, ossa e peli degli animali mangiati in quanto queste parti non sono digerite. Spesso si trovano dei mucchi di borra nei luoghi dove una civetta si è appollaiata o vicino al nido o dove ha mangiato. Lo studio delle borre dei rapaci notturni è utile molto spesso per determinare il tipo di piccola fauna presente in un determinato territorio, altrimenti non individuabile.

Il periodo riproduttivo è la primavera. Dopo l'accoppiamento vengono deposte da 1 a 7 uova depositate in maniera asincrona cioè a distanza di un giorno l'una dall'altra.
Le uova sono covate solo dalla femmina per un periodo di 27-28 giorni al termine dei quali nascono i pulcini che sono imbeccati solo dalla madre per circa 2-3 settimane.

E' classificata nella Red list dell'IUNC 2009.2 tra gli animali a basso rischio di estinzione, LEAST CONCERN (LC) in considerazione sia del fatto che l'habitat naturale della civetta è talmente vasto da far scongiurare il pericolo di estinzione.

Il termine "fare la civetta" per indicare una persona che fa di tutto per attirare l'attenzione degli ammiratori deriva dal fatto che in passato questo uccello era usato dai cacciatori come richiamo per ingannare i piccoli passeriformi, li attraeva con un particolare modo di battere le ali, con inchini, ammiccamenti e altri atteggiamenti simili che costituisce un irresistibile spettacolo per le potenziali prede.

La fotografia

E’ stata scattata nel Delta del Po con il 300 mm più TC 1,7x, con regolazione manuale del tempo e del diaframma, senza utilizzare il treppiede, ma in condizioni di appoggio. Le condizioni di luce non erano ideali, in quanto questi piccoli rapaci iniziano a muoversi poco prima del tramonto, in questo caso il sole era già tramontato. L'apparente dominante verde dipende dalla presenza di steli d'erba fra il soggetto e l'obiettivo, naturalmente la presenza di questo schermo sfocato, se da una parte è fastidiosa, dall'altra mi ha permesso un discreto avvicinamento. Pur avendo osservato un discreto numero di civette, non mi è stato possibile avvicinarle e quando ci riuscivo quasi sempre le condizioni di luce erano proibitive. E' più facile fotografarle conoscendo dei posatoi giornalieri, sempre che si trovino in situazioni favorevoli o che ci si adatti ad una lunga attesa nascosti.
E' la mia prima presentazione di questo piccolo rapace notturno su TN

siggi, anel, Alex99, horias, Dis. Ac., CeltickRanger, marius-secan, jlinaresp, boreocypriensis, Noisette, paolo49, pierrefonds has marked this note useful
Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
ThreadThread Starter Messages Updated
To cobra112: rumoremaurydv 1 07-23 05:20
To Alex99: TC 1,7xmaurydv 1 07-23 05:04
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

  • Great 
  • siggi Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3097 W: 109 N: 12399] (52850)
  • [2010-07-23 4:00]

Hello Maurizio,
An excellent picture of this lovely Little Owl. Wonderful pose with great eye contact. Colors and details of the face and plummage are superb. A lovely background and composition.Best regards Siggi

  • Great 
  • lousat Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6595 W: 89 N: 15659] (65489)
  • [2010-07-23 4:09]

Beh...hai fatto un capolavoro,io avrei messo a fuoco i fili d'erba che si frapponevano tra te e la civetta..ehehe..hai gia' spiegato tu le caratteristiche tecniche,mi piacerebbe davvero un giorno riuscire ad immortalare un soggetto del genere,ma con me non ci stanno nemmeno i passeri...10 e lode,buona giornata! Luciano.

  • Great 
  • anel Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 3053 W: 3 N: 8715] (40574)
  • [2010-07-23 4:21]

Bonjour Maurizio,
Je viens juste de voir cette adorable petite chouette dont tu nous présentes une ravissante image. Une coloration spéciale d'un vert tendre, grâce à de petites herbes hors focus, mais qui font encore mieux ressortir les yeux expressifs de l'oiseau. Il semble que cette année soit une année de chouettes, d'après ce que j'ai lu dans les journeaux.
Amicalement
Anne

Hi Maurizio.
I see you have used attractive 1.7x teleconverter. Do you like how it works? As can I see it works greatly. Excellent details and sharpness of the bird. Its features are reproduced with excellent exactness. Well done, my friend, and TS.
Alexei.

Ciao Maurizio. Pefetta la simpatica civetta, uccello, troppo spesso bistrattato, a causa di ignobili leggende che lo vedono come animale maleaugante. Cattura molto difficoltosa che, a mio parere, paga pegno in termini di rumore: un po' troppo evidente. Curatissima la compo.

Roberto

Ciao Maurizio,
hai fatto un gran bel lavoro fotografando questa civetta dopo il tramonto, i dettagli e ci colori sono rimasti buoni nonostante la scarsità di luce e i disturbi dovuti agli steli d'erba, complimenti e bravo come sempre.

Ciao
davide

P.S.
Ne sto pedinando una anche io vicino ad un casolare davanti all'abitazione della mia ragazza, lei dice che li nel casolare si trova anche il nido, la civetta si presenta quasi tutte le sere dopo le 19,30 sosta qualche minuto sul cancello per poi volare nella boscaglia.... spero di riuscir a fotografarla una sera di queste.

  • Great 
  • horias Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 837 W: 58 N: 2084] (11033)
  • [2010-07-23 5:26]

Hi Maurizio
Waw...wonderful shot of this lovely night bird!
Details and colors are excellent!
I like the eyes! Are fantastic!
Horia

  • Great 
  • joska Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 806 W: 0 N: 4092] (22535)
  • [2010-07-23 5:30]

Hi Maurizio,
Excellent portrait of this Athene noctua, great sharpness and very good and fine details, TFS!

Ciao Maurizio, gran bella civetta dagli splendidi occhioni gialli, ottima messa a fuoco e i fili d'erba non danno fasidio, anzi creano una sorta di incorniciamento naturale OOF a mio parere gradevole, foto difficile realizzata magnificamente, bravissimo, ciao Silvio

Hello Maurizio,

a great pic from this little owl with exellent pov and sharpness and in the Netherlands very rare and on the Red list.
Fine colours

  • Great 
  • PeterZ Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 5137 W: 166 N: 13121] (49139)
  • [2010-07-23 7:23]

Hello Maurizio,
Beautiful photot of this Little Owl in a great composition. Very pleasing eye-contact. Excellent sharpness, details and natural colours.
Regards,
Peter

hello Maurizio


always close-up photo your are the master of this kind of photo,
an excellent close-up one of the Chouette chevêche,
with fine focus great sharpness and details,
beautiful eye-contact with this Little Owl , TFS

Asbed

A stunningly crisp image of this Owl, Maurizio.
The greenish tinge seems to suggest as if you had used the infra-red technique at night.
A very beautiful picture with superb details.
Best regards.
Ram

Qué toma más buena Maurizio !!!
La pose buena, pero la mirada es sorprendente y captada con mucha precisión a pesar de la larga distancia a la que creo que te encontrabas.
Bellísimos colores. Un gran trabajo sin duda.

Buen fin de semana: J. Ignasi.

Hello Maurizio,
Exceptional capture with razor sharp details and superb colours.
Nice composition and POV.
Marius.

hello Maurizio
a supershot with great details and good sharpness
a beautiful bird
greeting lou

Ciao Maurizio,
Arte Puro amico! arte allo stato puro!
bravo ... ottimo lavoro, è un ritratto profondo e suggestivo. Non capisco quello che hai fatto con i toni e profondità di campo, ma l'immagine crea un ottica sensazione meravigliosa. Buon lavoro! Saluti, grazie per la condivisione, felice fine settimana per voi. Jesús

  • Great 
  • jaycee Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 2454 W: 10 N: 8044] (25460)
  • [2010-07-23 16:36]

Hi Maurizio,

I love Owls and this Little Owl is sensational. Those big yellow eyes are wonderful and so expressive. The pose is marvelous showing off that great face and the well detailed feathers perfectly. The colors are completely natural. I love the setting and composition.

Jane

Hi MF Maurizio,

Incredible and awesome capture of this common (at least here) owl beauty rarely in a fine posture while looking at you directly in a bewildered facial expression:) on a dried wood with great DOF, impressive clarity and delightful composition.
TFS and have a nice Saturday MF!
Cheers,

Bayram

  • Great 
  • foozi Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 2791 W: 0 N: 6696] (25839)
  • [2010-07-25 7:09]

Hello Maurizio,
superb clear shot of this stunning owl. The eyes are splendid sharp and the texture of the tree trunk is so lively to give the feather a good contrast.
Well presented shot.

Regards,
Foozi

bonjour Maurizio
quelle joli face-à-face avec ces beaux yeux jaunes, le plumage de la chevêche est d'une netteté parfaite, j'aime bien le decor et la lumière sur son visage
excellente photo !
Passe une bonne nuit
Jacqueline

Ciao Maurizio, che splendida cattura questa civetta, certo che ho l'impressione che vi siate messi daccordo prima tu e la civetta su come mettersi in posa per poi scattare la foto. Un'altra grande immagine Maurizio, ciao Paolo

Hi Maurizio,
I like the square effect the pole and fence have created.Pinsharp subject and the eye contact an added point of interest.Good exposure has brought out the owls colouration and feathered patterns with extreme clarity.
erwin...

Bonjour Maurizio,

L'arbre aide au cadrage de l'oiseau. La prise de vue permet de voir les détails et les couleurs de la Chouette chevêche. La bonne luminosité rehausse les couleurs de l'image. Bonne journée.

Pierre

Calibration Check
















0123456789ABCDEF