<< Previous Next >>

Apatura ilia


Apatura ilia
Photo Information
Copyright: Silvio Sorcini (Silvio2006) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6690 W: 90 N: 16812] (102073)
Genre: Animals
Medium: Color
Date Taken: 2015-08-14
Categories: Insects
Exposure: f/11, 1/60 seconds
More Photo Info: [view]
Photo Version: Original Version
Date Submitted: 2015-10-15 11:28
Viewed: 1220
Points: 16
[Note Guidelines] Photographer's Note
Apatura ilia

Linnaeus 1758

Nome Volgare: Ilia

Famiglia: Nymphalidae

Lunghezza ala anteriore mm. 22-27

Descrizione: Il nome Apatura deriva dal greco apatén, ossia nascondersi, in riferimento al mimetismo del bruco. Lepidottero diurno, molto vistoso anche se spesso occorre l’occhio allenato dello specialista per individuarlo nei boschetti, legato, come sviluppo biologico e come ambiente di vita degli adulti, ai saliceti di vario tipo e conformazione, ambienti tendenzialmente umidi, ripariali o zone acquitrinose dolci.

La distribuzione italiana secondo PARENZAN (2006) copre le seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio. In Italia centrale è sparsa in colonie isolate e si ferma a nord di Roma; nel settentrione e molto più diffusa e spesso abbondante nelle località ripariali ricche di alberature adatte. E’ abbondante, ad esempio, sulle sponde del Po, come nel Parmense, alla Sacca di Colorno, lungo il basso Ticino e lungo l’Adige.

Apatura ilia e propria della regione paleartica temperata, ma sopporta benissimo il clima subtropicale della Cina meridionale e del Giappone, per cui non c’e da stupirsi se si e diffusa lungo molte vallate italiane calde, fino a Roma. All’interno del suo areale si è adattata ad una notevole varietà di ambienti, benché sempre a regime tendenzialmente umido, e in località poste anche a discreta altitudine nelle valli alpine.

Il bruco, che vive a spese di pioppi e salici, è dapprima ocraceo, tale da confondersi col ramoscello su cui staziona in prossimità di una gemma, nella generazione svernante. Questa minuscola larva sfida i rigori invernali fino alla buona stagione. Allo schiudersi delle foglie muta ed in seconda età assume il colore verde della foglia nutrice Sul capo appaiono ora lunghe appendici.

Il corpo si assottiglia ad entrambe le estremità e quella posteriore termina con una punta allungata e leggermente forcuta; a maturità intesse un cuscinetto di seta attorno al rametto e sulla foglia su cui staziona. Presenta costumi molto abitudinari e a breve raggio di spostamento, tanto che ritorna sempre sulla stessa foglia dopo avere brucato quelle vicine. Vive di solito nelle parti ombrose del bosco dove e molto difficile individuarlo perché non lascia traccia: quando rode una foglia la consuma per intero, fi no al picciolo.

La specie compie due generazioni nell’anno, con voli dalla seconda meta di maggio all’inizio di luglio e da agosto all’inizio di settembre. I bruchi della seconda generazione sono destinati a svernare in prima età per l’arrivo del freddo. L’adulto, molto territoriale, vive in piccole aree dove i pioppi non sono sottoposti a potature periodiche, evento quest’ultimo che appare la causa prevalente della distruzione delle giovani larve.

Preferisce i corsi d’acqua sui quali si protendono pioppi e salici. Staziona di solito in alto sulle fronde degli alberi, oppure guizza rapido volteggiando avanti e indietro lungo i sentieri ed i filari dei pioppi. Al mattino e alla sera si posa al suolo in cerca di mota e di escrementi.

L’eleganza del potente volo planato, le iridescenze caratteristiche dei colori fisici delle ali che mutano secondo l’inclinazione della luce, l’aspetto vistoso generale (circa 5 cm di apertura alare), fanno di questo lepidottero diurno un elemento inconfondibile.

Maschio: colore nero con intenso riflesso blu-violaceo, cangiante. Ali anteriori con spazi postdiscali e submarginali bianchi. Nelle ali posteriori fascia postdiscale bianca con una sporgenza discale a punta in corrispondenza della terza nervatura mediana.

Femmina: simile al maschio, ma più grande e totalmente priva di riflesso blu violaceo

Bruco: verdi con bande gialle e bianche e con due corni.

Distribuzione: vastissima, va dalla Spagna al Giappone, ma in Italia è diffusa solo al Nord e in alcune località del Centro.

Habitat: È una specie sciafila (che vive nell'ombra). Le femmine trascorrono la maggior parte della loro vita sui rami, scendendo a terra solo per depositare le uova. Anche i maschi trascorrono la maggior parte della propria vita sulle cime degli alberi, difendendo il loro territorio dai rivali, sebbene discendano di tanto in tanto per bere dalle pozze fangose o per nutrirsi, frequenta soprattutto boschi radi e boschetti umidi di pianura e la si rinviene principalmente ai margini di fiumi, laghi o torrenti, dove si posa solitamente sulle foglie dei rami più alti di salici e pioppi, piante nutrici delle larve.

Generazioni annuali: due, con sfarfallamento in maggio-giugno e in agosto-settembre.

Piante nutrici: Salix viminalis, Populus nigra, Populus tremula

iti, CeltickRanger, pierrefonds has marked this note useful
Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
None
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

  • Great 
  • lousat Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6595 W: 89 N: 15659] (65489)
  • [2015-10-15 11:56]

Ciao Silvio,il lato oscuro della violona,ottima cattura,impeccabile sotto ogni punto di vista,molto bella anche la composizione.Buona serata,Luciano

ciao silvio
you have captured this butterfly with excellent sharp details, beautiful pose and fine colors, i like the BG with blurred leaves and different green color tones
Have a good night
Jacqueline

Here Silvio,

Here is your experience.... BG light was so harsh, but you have done well. Well exposure even in such difficult situation. Good light on wings as well as color. Good work...
Best regards
Srikumar

  • Great 
  • tuslaw Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 2754 W: 282 N: 4931] (19883)
  • [2015-10-16 18:08]

Hello Silvio,
An attractive butterfly with subtle markings and beautiful earth toned colors. You managed to get the correct exposure on the butterfly even though you had some very harsh lighting to deal with in the BG. Wonderful detail and nicely composed image.
Ron

  • Great 
  • siggi Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3097 W: 109 N: 12399] (52850)
  • [2015-10-19 3:15]

Hello Silvio,
Excellent macro shot with lovely colours,beautiful composition and great pov.
well done.Sigi

  • Great 
  • iti Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 577 W: 0 N: 650] (7939)
  • [2015-10-26 7:33]

Hi Silvio,
Perfect composition,amazing natural colors and excellent sharpness details.
Regards Jiri.

Hello Silvio

Excellent macro of this butterfly with fine POV and the way diagonally it is framed
in the image it adds dynamism to it, great focus, sharpness, and details, TFS

Asbed

Hi Silvio,

The insect is well plqaced in the frame. The point of view is showing the details of the Apatura ilia butterfly. The light is enhancing the beauty of the colors. Have a nice day.

Pierre

Calibration Check
















0123456789ABCDEF